Confidenziale RadioKairos – 21a puntata del 10 maggio 2015

Fine cantautorato italiano, sperimentazioni al limite dell’avant-jazz ma anche incursioni post-rock in questa divertente puntata di Confidenziale, con diverse corrispondenze dei nostri aficionados in giro per concerti su e giù nella penisola. Ecco la playlist completa della 21a puntata del 10 maggio 2015, in replica mercoledì 13 maggio 2015 alle 13.00.

Ascolta o scarica il podcast qua

confidenziale10mag

Belly Hole Freak – Mellow Fresh Way
Valentina Dorme – Shanghai
Søren Larsen – Tutti amano
Andrea Lovato – I corvi portano bene e i pipistrelli mangiano le zanzare (per #corrispondenzeconfidenziali per S-cantinati)
Økapi – Chetamomil(la)
Dust – If I Die
Leo Pari – La Metro C (per #ConfidenzaCapitale)
Permanent fatal error – Sing A Song
Io e la Tigre – La Mia Collezione Impossibile
Musicali Si Cresce – Boop

Per la rubrica “Note(the)Book”
Giuseppe legge un brano tratto dal “Attenzione ciclisti in giro” di Andrea Satta (Têtes de Bois)

Le “Parole Sante” di oggi sono un omaggio puro all’amore materno: “Nara” di Bobo Rondelli

Annunci

Confidenziale RadioKairos – puntata del 16 novembre 2009

La playlist della 44.a puntata, del 16 novembre 2009

En Roco – Pelle e ossa
Valentina Dorme – Siracusa e le stelle
Claudia is on the sofa – Apple tree
Gardenya – Con me non dormi
Andrea Zilli – Jazzabbestia
Kiddycar – Another life
Action dead mouse – Dancing Paper Solo
Il Teatro degli Orrori – A sangue freddo

Rubrica AH NO, NON VA MICA BENE

Carmen Consoli – L’eccezione

Rubrica PAROLE SANTE
Erri De Luca – Considero valore

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.
Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.
Considero valore il vino finche’ dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si e’ risparmiato, due vecchi che si amano.
Considero valore quello che domani non varra’ piu’ niente e quello che oggi vale ancora poco.
Considero valore tutte le ferite.
Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi,
provare gratitudine senza ricordare di che.
Considero valore sapere in una stanza dov’e’ il nord, qual’e’ il nome del vento che sta asciugando il bucato.
Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca,
la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.
Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore.
Molti di questi valori non ho conosciuto.
(da Opera sull’acqua e altre poesie, Einaudi, 2002)