Radio Kairos

Radio Kairos – nata libera, scelta per passione.

L’esperimento di Radio Kairos nasce nel 2006 nel mondo delle radio libere e indipendenti e di quella storia in qualche modo ci sentiamo parte. La nostra frequenza era quella di Radio K Centrale, nata nel 1992 all’interno di quel ricco panorama che era il mondo universitario legato all’esperienza della Pantera. Nasce a Bologna, sicuramente la città che in Italia e nel mondo ha avuto un ruolo centrale per le sperimentazioni radiofoniche libere, indipendenti e autogestite.

Radio Kairos è una radio orgogliosamente indipendente che continua a trasmettere in FM (mal celando un certo attaccamento al vintage), ma ha scelto anche lo streaming digitale e il web 2.0 per contaminare ed essere contaminata dal flusso interattivo che attraversa continuamente il world wide web.

Radio Kairos è glocale: un orecchio nel territorio e l’altro nella rete.

Radio Kairos è una radio di movimento: siamo una voce critica sulla rappresentanza, rivendichiamo uno sguardo non obiettivo, non forniamo un servizio di informazione ma gestiamo dei flussi polemici, la nostra attenzione è rivolta ai percorsi politici legati ai diritti e ai corpi che costruiscono questi percorsi.

Radio Kairos parla da vicino di movimenti e migrazioni, di queer e contaminazioni, di eccedenze e rivendicazioni degne, di musica e arte, di cultura urbana e green, di tecnologie e sostenibilità, di indipendenza e reti.

Radio Kairos è – soprattutto – Kairos: una visione non quantitativa ma qualitativa del tempo. Perchè Kairos è il momento, quello giusto in cui far accadere qualcosa.

kairos

Radio Kairos è una creatura che sta prendendo la sua forma lentamente attraverso la dedizione di persone che hanno storie molto diverse tra di loro, storie diverse vuol dire vissuti diversi e vuol dire approcci diversi, progetti diversi, modi diversi di gestire le collaborazioni e tutto questo un pochino, credo, si vede nel palinsesto. Un palinsesto simile più alla tavolozza usata di un pittore che a un ordinato arcobaleno, alcuni colori si mescolano, altri meno, alcuni lo fanno con grazia, altri fanno venire fuori mescolanze improbabili e un pochino inquietanti, ma il risultato è vera vita. (Carla Vitantonio)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...