Confidenziale RadioKairos – puntata del 24 gennaio 2011

Per ascoltare/scaricare la 15.a puntata della 3.a stagione, del 24 gennaio 2011, clicca qui

La playlist:

Nihil Est – Nuvole Notturne
Santo Niente  – Luna Viola
Teho Teardo & Blixa Bargeld – A quiet life
Verdena – Razzi Arpia Inferno e Fiamme
Bad Love Experience – The Days
Mariposa – Sof-a-ha
Julie’s Haircut – Escape From New York
The Tunas – You got bread but you ain’t got teeth

Rubrica PAROLE SANTE
Antonio Albanese nel comizio di Cetto Laqualunque

Confidenziale RadioKairos – puntata del 17 gennaio 2011

Per ascoltare/scaricare la 14.a puntata della 3.a stagione, del 17 gennaio 2011, clicca qui

La playlist:

Replace the battery – Ten Points
The Black Friday – Strange Gal
Morning Telefilm – Billion Billiards
Touchme andshout – Wakeup
Calibro 35 & Roberto Dell’Era – Il Beat cos’è
Enrico Farnedi – Due Minuti
Senpai – Quantum decoherence
Verme – Montagna
Franco Battiato – Inneres Auge
Elio P(e)tri – Bradipo

Rubrica PAROLE SANTE
Gian Maria Volontè dal film “La classe operaia va in paradiso” di Elio Petri

Confidenziale RadioKairos – puntata del 10 gennaio 2011

Per ascoltare/scaricare la 13.a puntata della 3.a stagione, del 10 gennaio 2011, clicca qui

La playlist:

Madame Lingerie – Non avrò paura
Quintorigo – Teardrops
Ne Travaillez Jamais – Una domenica in campagna
c– Monday Morning Yawning
El Santo Nada – El perdido
ManzOni – Ray Moon
The Somnambulist – Don't you want to devour this war?

Rubrica PAROLE SANTE
Elio Germano legge un brano da "Postille in versi" di P. P. Pasolini, accompagnamento musicale dei Mokadelic

Siamo stanchi di diventare giovani seri,
o contenti per forza, o criminali o nevrotici;
vogliamo ridere, essere innocenti, aspettare
qualcosa dalla vita, chiedere, ignorare.

Non vogliamo essere subito già così sicuri.
Non vogliamo essere subito già così senza sogni.
Sciopero, sciopero, compagni! Per i nostri doveri.

Signor Maestro, la smetta di trattarci come scemi
che bisogna sempre non offendere, non ferire, non toccare.
Non ci aduli, siamo uomini, Signor Maestro!

[…]

Voi pensate ai nostri doveri
ché ai nostri diritti, se vorremo, ci penseremo noi …

(Postilla in Versi, Pier Paolo Pasolini, da Lettere Luterane – Il progresso come falso progresso)